Malika Favre. L’illustratrice francese si racconta


Illustrazione / giovedì, febbraio 22nd, 2018

Oggi vogliamo raccontarvi di un’illustratrice, le cui creazioni hanno letteralmente fatto il giro del mondo.

Malika Favre, cresciuta a Parigi, ma londinese di adozione, è diventata famosa grazie al suo inconfondibile stile. Infatti mischia a tracce della Pop art americana (pensate ai colori forti, ai contorni netti delle opere di Andy Warhol o Roy Lichtenstein) tracce dell’Optical art. Anche l’uso dei colori e dei pieni/vuoti sono segni distintivi del suo modo di disegnare, che hanno contribuito a renderla l’illustratrice affermata che è oggi.

Un linguaggio elegante e sinuoso, subito riconoscibile e (solo in apparenza) minimale. Disegnatrice fin da bambina, figlia di una pittrice, non ha sempre avuto questo stile così facilmente individuabile:

Credo che l’unica cosa che è rimasta invariata da quando disegnavo da bambina sia il mio amore per i colori netti. Credo che in realtà sia necessario disegnare ogni singolo dettaglio per sapere quali poi estrarre, quindi i miei primi disegni risultavano molto realistici e decisamente accademici.

Attraverso pochissimi elementi Malika Favre riesce a trasmettere la complessità del mondo che ci circonda. Un processo di riduzione, che la stessa artista definisce lungo e complesso, riesce a dare vita a quelle poche linee che comunicano sensi e significati in modo così diretto ed immediato.

La prima cosa che faccio è spargere grandi aree di colore per poter percepire l’equilibrio di forme e colori. Poi disegno le varie forme molto liberamente, fin quando raggiungo una composizione che risulti ben bilanciata. Fatto ciò inizio a perfezionare i dettagli per poi rimuoverli uno per uno al fine di semplificare l’immagine il più possibile.

Handsome Frank, l’agenzia inglese che rappresenta alcuni tra i più noti nomi nel mondo dell’illustrazione, ha dato vita ad un progetto che racconti vita e opere dei suoi artisti. Si tratta di una serie di cortometraggi intitolati A little film about… e l’ultimo realizzato è una vera e propria immersione nella vita dell’illustratrice. Un tuffo nel suo appartamento/studio di Londra in cui la protagonista racconta la propria quotidianità e la sua passione per i colori.